La deriva FascioStellata

murales_bacio_Salvini_DiMaioHabemus Governo. Dopo mesi di tarantella, di smentite, di “mai con loro”. Dopo il litigio con Mattarella e il grande rifiuto leghista, finalmente Di Maio si è genuflesso a Salvini, il quale con questo tira e molla è riuscito ad ottenere l’esatta metà delle poltrone disponibili a Palazzo Chigi, livellando il risultato elettorale che aveva decisamente premiato i 5 Stelle (33% vs 18%). Tutti contenti quindi.

Agli Interni c’è proprio il leader del Carroccio, che non ha ovviamente perso tempo per ribadire la sua netta posizione in tema di immigrazione. Al grido di “è finita la pacchia” Salvini, con lo stile che gli ha permesso di risollevare un partito dato per morto dopo le ruberie dei Bossi, minaccia i “Nati Babbani” e fa godere tutti quelli che, in camicia nera, si esaltano con gli slogan “Prima gli Italiani” e “Italia agli Italiani”: quest’estate non solo le hit latine ci faranno da colonna sonora. E al caldo della Calabria è stato ucciso Sacko: malese di 29 anni, in lotta contro le mafie che sfruttano i braccianti, è morto mentre stava recuperando dei ferrami abbandonati. Ammazzato con colpi di fucile, i titoli di giornale sono stati immediatamente:”Immigrato morto mentre rubava rame”.

Al Ministero della Famiglia c’è un altro uomo della Lega: Lorenzo Fontana. Antiabortista, si è fatto subito notare per delle dichiarazioni in cui annunciava che le famiglie arcobaleno non esistono. Come non esistono gli omofobi, i giovani gay abbandonati dalle famiglie (etero),  i preti pedofili, gli orfani che desiderano solo l’amore di un genitore. Come non esisteranno i diritti civili in questa legislatura. D’altronde il contratto di governo non li contempla.

In tutto questo i Pentastellati continuano con le loro litanie populiste, abolizione dei vitalizi in primis, non curandosi della grande chance politica concessa alla Destra, che ne farà buon uso in futuro. La Sinistra, o presunta tale, invece, continua in un silenzio di idee assordante. E non bastano dei timidi lamenti di piazza per fare ammenda. Saremo noi Italiani a doverci lamentare tra qualche tempo? Ai posteri l’ardua sentenza.

Se ti è piaciuto questo articolo e ne vuoi leggere altri metti un like alla pagina fb del sito (CLICCA QUI) e iscriviti alla newsletter cliccando il bottone STALKERAMI! in alto a destra

Un pensiero su “La deriva FascioStellata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...