Ode al calcio

Come si fa non so

a rendere magico

un semplice tocco.

 

Tutto ha inizio

con un pallone rotondo

perfetto

rinchiuso

globo rubicondo.

Si allacciano gli scarpini

in un rituale scaramantico:

laccio

nodo

laccio laccio.

Profuma verde

la speranza del sogno

che corre veloce

sull’umido campo.

È una serie di gesta

dipinte sull’erba

le gambe che viaggiano

di tiri e rigori

portieri che scrutano

guanti che volano.

Gli dei si fanno uomini.

 

No

non puoi capire

se non sei in uno stadio

se non urli di gioia

se non canti la vittoria

se non piangi per passione

e i brividi

son vita.

 

È il gioco del calcio.

Se ti è piaciuta questa poesia e ne vuoi leggere altre metti un like alla pagina fb del sito (CLICCA QUI) e iscriviti alla newsletter cliccando il bottone STALKERAMI! in alto a destra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...